Dopo l’articolo precedente in cui abbiamo visto come tradurre un template con Poedit, un piccolo software da installare direttamente sul computer, oggi vediamo come procedere con la stessa operazione direttamente da WordPress, usando invece un plugin, Loco Translate.

loco translate

Loco Translate è un plugin estremamente affidabile, gratuito e scaricato da più di 1 milione di utenti.

Fa praticamente le stesse operazioni eseguite da Poedit, senza però che voi dobbiate mettere mano ai file del sito sul server, perché ci pensa lui a caricarli.

In questo articolo vediamo come usare correttamente Loco Translate.

Come usare Loco Translate per tradurre un template in lingua italiana

Dopo averlo installato ed attivato, Loco Translate apparirà nel menu laterale su fondo nero della vostra installazione di WordPress. Procediamo con i seguenti step.

  1. Individuazione dei file da configurare

Cliccate su “Home” all’interno del sottomenu del plugin e vi apparirà il bundle disponibile per la traduzione con il nome del template attivo (in questo caso “Kadence”) e la lingua impostata del sito, che deve essere “italiano” (se così non fosse dovete configurarla nelle Impostazioni generali di WordPress).

Cliccate sul nome del bundle e vi appariranno le lingue già presenti, in questo caso francese e spagnolo. L’italiano non è presente quindi possiamo iniziare a crearlo noi.

Nota bene: come è possibile vedere dalla schermata, se avessimo un file .po già pronto potremmo caricarlo da qua, cliccando su “upload .po”.

Per creare la nuova lingua in italiano clicchiamo su “nuova lingua” ed iniziamo la configurazione.

  1. Creazione della nuova Lingua
loco translate
(clicca per ingrandire)

Nello step successivo dovremo configurare due parametri:

  • la lingua in cui si andrà a tradurre, cioè “italiano”
  • il percorso dove sarà installato il file .po che stiamo per creare. Questo è un passaggio molto importante! per evitare che il file possa andare sovrascritto (e quindi perso) ad ogni aggiornamento del template e/o di WordPress, è necessario installarlo nell’apposita cartella creata dal plugin, scegliendo l’opzione “personalizzata” come posizione.

Fatto questo potete cliccare su “inizia a tradurre!

  1. Iniziare a tradurre le stringhe
loco translate tradurre stringhe

Nella schermata successiva vi troverete nell’Editor di Loco Translate e potrete iniziare a tradurre selezionando le stringhe, cioè le porzioni di testo, che vi interessano. Per esempio selezionate come testo sorgente in inglese “leave a comment” ed inserite la vostra traduzione in italiano. Tenete sempre presente che:

  • Non è assolutamente necessario tradurre tutte le stringhe presenti, traducete solo quelle che vi servono.
  • La traduzione può essere una qualsiasi frase che vada bene per voi.
  1. Salvate e sincronizzate

Ogni volta che avete terminato di tradurre salvate e sincronizzate le traduzioni, e verificate che queste funzionino correttamente.

loco translate

É consigliabile anche scaricare sul vostro computer una copia di backup dei files .po e .mo, soprattutto se nella configurazione sopra descritta al punto 2 non li avevate salvati nella cartella “loco”.

  1. Modifica delle traduzioni
loco translate modifica

Se dovete cambiare una traduzione esistente, o aggiungerne altre, è sufficiente selezionare il file che avete appena creato nella posizione descritta allo step 1, e poi apportare i cambiamenti cliccando su “Modifica”.

Conclusioni. Pro e contro: meglio Loco Translate o Poedit?

Riassumiamo quindi i vantaggi che un plugin come Loco Translate può dare:

  • potete scrivere le traduzioni direttamente da WordPress, non c’è bisogno di avere un computer sul quale scaricare il software Poedit;
  • le traduzioni vengono caricate direttamente sul server del vostro sito, non dovete farlo voi manualmente;
  • le traduzioni possono essere salvate in modo che non vengano sovrascritte ad ogni aggiornamento del template

Per contro, l’unico svantaggio che presenta è che si tratta dell’ennesimo plugin da installare, se ne avete già molti potrebbe essere un problema, non per il plugin in sè, ma perché ogni plugin in più che si carica rallenta il sistema.

Se siete in grado di caricare i files manualmete sul server preferite Poedit.

Leggi anche: come tradurre un template in italiano con Poedit >>